Collana  OTTAVO  -  n. 14

Stazione remota

di Stefano Simoncelli

poemetto inedito

stampato tipograficamente a mano con caratteri Garamond su carta Hahnemühle

150 esemplari numerati

formato 20x14,5 cm

gennaio 2008

copertina tipografica a due colori
copertina tipografica a due colori

 

 

Visto da lontano, lungo il viale di casa,

sembra che sia il suo impermeabile a sorreggerlo.

Spesso vacilla e si ferma fulminato da strabiliamenti

o da una luce sghemba da dietro le siepi del parco

dove gli piace radunare gli andati per sempre

confondendoli con quelli rimasti.

Elenca parenti alla lontana, ricchi cugini di Terni,

nonni chioggiotti venuti giù a metà dell’altro secolo

con immense provviste di polenta guasta,

ladri cingalesi che si calano dall’alto dei platani fino al suo balcone

come gli uccellini tremendi e spaventati

che sfama con briciole sul palmo della mano,

lui cacciatore senza pentimenti, nelle albe di neve e gelo,

vaneggia forse di non più giovani cameriere rumene

che visitava di notte nelle loro camere in affitto

e che vorrebbe ancora visitare se soltanto le gambe,

il respiro e il cuore...

 

colophon stampato a due colori numerato
colophon stampato a due colori numerato